...

...

10 maggio 2006

Napolitano è il nuovo Presidente della Repubblica

fonte: ansa.it

Giorgio Napolitano è stato eletto presidente della Repubblica con 543 voti.

Questo il risultato ufficiale della votazione letto in Aula dal presidente della Camera Fausto Bertinotti: Presenti: 1000, Votanti: 990, Astenuti 10, Maggioranza richiesta: 505.
Hanno ottenuto voti: Giorgio Napolitano 543, Bossi 42, D'Alema 10, Giuliano Ferrara 7, Gianni Letta 6, Berlusconi 5, Di Piazza 3, Pininfarina 3, Voti dispersi 10, Schede bianche 347, Nulle 14.

La riunione del Parlamento in Seduta comune per il giuramento del nuovo Presidente della Repubblica sarà convocata per lunedì 15 maggio alle ore 17. Lo stesso giorno il presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi rassegnera' le dimissioni. Lo annuncia un comunicato di Montecitorio, precisando che Carlo Azeglio Ciampi, a seguito della elezione del nuovo capo dello Stato, ha informato il presidente della Camera dei deputati e il presidente del Senato della Repubblica del suo intendimento di rassegnare le dimissioni nello stesso giorno in cui il presidente Napolitano presterà giuramento".

NAPOLITANO, GRAZIE A VOI TUTTI
''Grazie a voi tutti''. Con queste parole Giorgio Napolitano ha concluso la breve cerimonia per la lettura del verbale di elezione a Capo dello Stato. Avendo accanto a lui i presidenti delle due Camere, Napolitano ha stretto le mani ai due e le ha alzate insieme. Molti i fotografai presenti e le telecamere che hanno ripreso. Al termine solo le parole di ringraziamento che hanno chiuso la cerimonia. In precedenza Bertinotti aveva letto il verbale della seduta con il risultato del voto e la conseguente proclamazione di Giorgio Napolitano a presidente della Repubblica. Presidente lei sara' super partes? ''Si, altrimenti non avrei accettato''. Cosi' Giorgio Napolitano aveva detto ai cronisti prima di lasciare la sua abitazione per recarsi alla Camera.

E' IL PRIMO EX COMUNISTA AL QUIRINALE
Il diessino Giorgio Napolitano e' il primo presidente della Repubblica che proviene dal Partito comunista italiano. Prima di lui erano stati eletti al Quirinale un socialista (Sandro Pertini), un socialdemocratico (Giuseppe Saragat), due liberali (Enrico De Nicola e Luigi Einaudi), cinque democristiani (Giovanni Gronchi, Antonio Segni, Giovanni Leone, Francesco Cossiga e Oscar Luigi Scalfaro) e un indipendente (Carlo Azeglio Ciampi).

NAPOLITANO ELETTO AL QUARTO SCRUTINIO, COME EINAUDI E GRONCHI
Giorgio Napolitano è il terzo presidente ad essere stato eletto al quarto scrutinio. Prima di lui era già successo ad Einaudi e Gronchi. Nell'elezione del presidente della Repubblica si oscilla dai casi di Enrico De Nicola, Francesco Cossiga e Carlo Azeglio Ciampi, eletti al primo scrutinio, a quello di Giovanni Leone, eletto solo al 23/o scrutinio, forse anche grazie al fatto che si era ormai arrivati al 24 dicembre e che senatori e deputati volevano tornare a casa per le Feste natalizie. Laboriose anche le elezioni di Saragat, passato al 21/o scrutinio, Pertini e Scalfaro, eletti al 16/o scrutinio, Segni, eletto al nono scrutinio.
Giorgio Napolitano è il quinto ex presidente della Camera che diventa presidente della Repubblica. Giovanni Leone e Oscar Luigi Scalfaro sono passati al Quirinale direttamente poco dopo la nomina alla presidenza di Montecitorio e, nel caso di Scalfaro, a succedergli sullo scranno più alto della Camera era stato proprio Napolitano. Leone invece era appena stato rieletto, ma era presidente della Camera già da 10 anni. Anche Gronchi è passato direttamente dalla presidenza della Camera a, due anni dopo, quella della Repubblica. Invece, come oggi Napolitano, che era stato alla guida della Camera dal 1992 al 1994, anche Sandro Pertini fu eletto al Quirinale dopo aver completato il suo mandato alla presidenza della Camera.
Cinque degli 11 presidenti della Repubblica sono stati eletti a maggio. Era già successo per Luigi Einaudi, Antonio Segni, Oscar Luigi Scalfaro e Carlo Azeglio Ciampi.

PRODI, FIDUCIA POTREBBE ESSERCI MARTEDI' 23 MAGGIO
''Credo che i tempi siano gia' stabiliti dalle procedure necessarie, credo che ci sia lunedi' il giuramento poi le rapide consultazioni, immagino martedi' sera o mercoledi' l'incarico, poi il voto di fiducia al Senato giovedi' e venerdi', sabato e domenica sosta per la campagna elettorale, e quindi lunedi' o martedi' successivo il voto definitivo alla Camera''. Il leader dell'Unione Romano Prodi, dopo l'elezione del nuovo Capo dello Stato scandisce cosi' il timing per l'incarico e la fiducia al nuovo governo.

Sono contento che Napolitano sia il nuovo Presidente, si è sempre dimostrato una persona corretta e, da quanto mi risulta, non è mai stato coinvolto in attività illecite e non ha mai ricevuto denunce, al contrario di molti deputati e senatori in carica. Un esempio per tutti gli italiani.

6 commenti:

Claudio ha detto...

eh ma che ragazzo informato sui fatti!! :-)
x caso hai la nuova versione di IE7 che sai tu...:-) ??
xkè non viene visualizzata la cronologia dei messaggi di messenger con la versione che mi avevi passato...cmq è molto antipatico quel box dei saluti...se esce il focus dalla textbox dove stai scrivendo sono germanate che volano!!! xkè non riesci piu a tornarci dentro..o capita solo a me??

Tom ha detto...

no vecchius...non ce l'ho più ie7, mi dava troppi problemi!
Per quanto riguarda il box dei saluti, da un po' di problemini con ie...ti consiglio di scrivere il messaggio e spedirlo subito a sto punto, senza uscire dalla textbox. Con firefox invece non da problemi; però per farlo andare ho dovuto contattare l'assistenza di cbox !

rebelde ha detto...

hai cambiato la grafica! carina :)

Tom ha detto...

eh si, i colori di prima erano troppo scuri! Grazie ;-)

Claudio ha detto...

con firefox non lo vedo neanche il pannello.....
e con la nuova grafica cliccando su commenti non si apre piu la finestra ti reindirizza alla pagina interessata...forse un po scomodo..che dici?

Tom ha detto...

eh si devo mettere le mani nel template e modificare un po' il codice...in effetti me ne sono accorto anch'io che non è il massimo