...

...

16 maggio 2006

Aste online: facciamo bene a fidarci?


Sono state denunciate dalla Guardia di Finanza 20 persone per un presunto traffico illegale di videogiochi, film e album musicali tramite aste on line. Le persone denunciate si erano registrate come venditori su un noto sito di aste online e vendevano materiale "pirata", contravvenendo alle leggi sul diritto d'autore.

Nel comunicato della F.I.M.I. si legge questo: "Nel corso dell'operazione è stato sequestrato un ingente quantitativo di materiale hardware e software... dalla cui analisi sono state accertate plurime duplicazioni illecite di programmi video, audio, applicativi e ludici coperti dal diritto d'autore, realizzate sia dai supporti originali che con procedure di download abusive dalla rete in 'file sharing' mediante collegamenti 'peer to peer'.
E' stato altresì rilevato l'impiego di specifici programmi utilizzati per il c.d. "crackaggio" e masterizzazione dei software originali".

Ora gli acquirenti rischiano multe fino a 10000 €
Ne vale veramente la pena risparmiare qualche euro acquistando tramite le aste online per poi rischiare di incorrere in queste sanzioni?
A voi la risposta.


4 commenti:

ilCorriero ha detto...

Veramente un bel blog: ti linko. Ciao

Tom ha detto...

grazie! a presto

Enrico ha detto...

Un bel blog!
ma comunque io non mi fiderei di nessuna cosa che giri on-line!!

Tom ha detto...

grazie
sei un po' pessimista enrico, proprio tu che sei appassionato di informatica :-)
Io direi invece che ci sono molti servizi che sono super-sicuri, vedi banca online o siti di e-commerce.
Ebay è un'altra cosa!